Anno santo di san Rocco a Santiago de Compostela

Risultati immagini per san roque
 
Non a tutti è noto che il Patrono di Santiago de Compostela, contrariamente a quanto si possa credere, non è l’Apostolo Giacomo, ma san Rocco, il santo pellegrino e taumaturgo, il cui culto è diffuso in tutta Europa, ed in particolar modo in Spagna e in Italia. L’origine di questo legame deriva dalla peste che imperversò nella città dell’Apostolo nel 1517. Per ottenere la protezione divina, il Capitolo della Cattedrale ed il Consiglio decisero di innalzare una cappella a san Rocco, invocato come intercessore da tutti gli appestati, nella zona Nord della città. I lavori terminarono nel 1520, e la cappella rimane come imperituro gesto di ringraziamento della città al santo, per averla liberata dalla mortale epidemia.

 

Papa Francesco ha concesso alla città di Santiago un anno santo giubilare per commemorare il 500° anniversario del voto a San Rocco. Il Giubileo avrà inizio il 16 agosto, il giorno della festa del santo, con uno speciale rinnovo dei voti della città da parte del Consiglio e del popolo di Santiago.

Questo giubileo è stato richiesto per celebrare il 500° anniversario del voto di tutta la città – Cabildo e Consiglio – a San Rocco, affinché la liberasse dalla terribile peste bubbonica  che afflisse Santiago agli inizi del XVI secolo.

 

Risultati immagini per san roque santiago de compostela
Tra gli eventi che si terranno durante l’Anno Santo è in programma la tradizionale processione del Santo per le strade di Santiago, l’organizzazione di eventi culturali e religiosi, e soprattutto a restituire lo splendore ed il culto alla cappella di San Rocco. San Rocco dovrebbe rimanere sempre una benedizione per la città. Quest’anno santo ci invita all’Eucaristia, alla misericordia, al perdono e alla gratitudine, e alla grazia giubilare che la Chiesa mette a nostra disposizione.

L’indulgenza plenaria, alle consuete condizioni, può essere lucrata da tutti i fedeli che partecipano a qualsiasi funzione o pio esercizio nella cappella di San Rocco, o che pregano per un po’ di tempo davanti al Santissimo Sacramento. La concessione si estende agli infermi che offrono a Dio le loro sofferenze e che si uniscono spiritualmente alle opere pie.

Le condizioni usuali per ottenere l’indulgenza plenaria sono la Confessione sacramentale, la Comunione eucaristica e la preghiera per il Romano Pontefice. A queste vanno aggiunte la recita del Padre Nostro, il Credo e le rispettive invocazioni alla Beata Vergine Maria e al nostro Patrono San Rocco. Ed opere di carità: perché non possiamo continuare a meditare la vita di San Rocco, senza dimenticare il bastone da pellegrino e l’ampolla contenente i medicinali, che ci invitano a camminare e a diffondere il bene lungo la nostra strada.

E il cane? Melampo – così si chiama – è più di un simpatico dettaglio. Quel cagnolino premuroso e disponibile è la personificazione della Divina Provvidenza, che attua sempre i suoi piani benefici avvalendosi di tutto.

Risultati immagini per san roque
 

Rispondi