Le abbazie di San Giacomo di Pontida e di Fontanella

Risultati immagini per pontida san giacomodi Maurizio Minchella

I pellegrini che nei secoli andati giungevano da Nord Est, usciti da Bergamo, avevano come riferimento la statua di san Giacomo, alta circa tre metri, sovrastante l’abbazia a lui dedicata, nel territorio di Pontida. Situato sull’importante asse viario che collega Bergamo a Lecco verso Nord, e a Monza verso Sud, il borgo di Pontida è da sempre stato una località strategicamente molto importante nelle vicende che hanno segnato la storia delle terre lombarde, soprattutto tra il IX secolo ed il XIV, ed ha sempre avuto l’abbazia al centro degli avvenimenti storici che l’hanno vista protagonista. Continua a leggere

I santi Amico e Amelio e l’abbazia di S. Albino a Mortara

di Maurizio Minchella

Fino al 12 ottobre del 777 Mortara si chiamava Pulchra Silva, per la bellezza della vegetazione boschiva che le faceva cornice. Quel giorno, tra l’esercito dei Franchi guidati da Carlo Magno e quello dei Longobardi, guidati da Desiderio, si svolse una delle più sanguinose battaglie Continua a leggere

San Giuseppe Benedetto Labre e la Musellina di sant’Angelo Lodigiano

di Achille Ferrari

Adorare Gesù Cristo, che si fa presente e che dimora nell’Eucaristia, è adorare il Crocifisso che ci redime col suo sangue, è adorare il Risorto che ci rende partecipi della sua vita divina, è adorare il Capo che ci costituisce sue membra. Questa adorazione nasce e si radica nella Santa Messa, per poi diramarsi fuori da essa. Con la Messa, l’Eucaristia viene ricevuta; con l’adorazione, l’Eucaristia viene contemplata e desiderata, se nel tabernacolo il Cristo attende, come si può non andare da lui e stare con lui? Continua a leggere